Acqua

Siamo fatti d’acqua.
L’acqua è più di un solvente, è la fonte primigenia di vita. Il brodo primordiale in cui sono avvenute tutte le reazioni chimiche che ci hanno permesso di “arrivare fin qui” nella forma che conosciamo.
L’acqua è tutto ed è a “lei” che io torno ogni volta che ho un problema, grande o piccolo, un’incertezza, un dubbio… una qualsiasi forma di umana défaillance.
Mi sento “liquida” nella parte più profonda della mia anima. Mutevole. Adattabile. Trasparente. Semplicemente viva. E così quando un mio equilibrio interiore si viene a trovare in una situazione precaria, io mi fermo e vado al mare.
Attenzione! Io detesto il mare in estate, quando si trasforma in un carnaio, mero espositore di terga a me sconosciute.
Il “mio mare” è quello dai teneri colori primaverili, dai freddi azzurri invernali o dai pallidi riflessi argento delle sere d’autunno.
La mia acqua è quella delle burrasche invernali, quando il vento agita flutti bianchi sopra i miei pensieri e mescola realtà con la fantasia creando scenari di una potenza immaginifica strepitosa!
Io mi sento goccia infinitesimale o Sirena figlia delle onde. Colorata di blu o di arancione . Materica creatura di sabbia e squame. Colma d’istinto, inquieta, e pronta alla metamorfosi, perché quello che cerco nel mio elemento fraterno è il cambiamento. Non risposte, ma suggestioni.
Non realtà piatta, ma fantasia.
E allora cammino, cammino… cammino. E ad ogni passo divento altro.
Ad ogni passo mi sento acqua… Divento acqua!

Annunci