E’ uno schiaffo questo freddo. Nel buio e nel silenzio evoco immagini che galleggiano nella mia anima come profughi persi nel mare.
Aspetto una lampara ad illuminare questo nero. Uno spicchio giallo contro gli spigoli dei miei pensieri.
Non ho risposte a questa solitudine.
Non è solitudine. E’ uno stato d’animo.
Chi vuoi ingannare tu?
Te stessa. Forse.
Allora tornano le nuvole di marzo nel cielo della mia vita.
La strada grigia. La casa rossa. Il tintinnio di un campanello montato su una bici nera.
“Helloooo!”
Una voce bambina giù nel cortile.
La nebbia gentile che prova pietà e copre materna ogni umano dolore.
Cerco di legare il passato al presente.
Cerco di sognare il futuro.
Brava!!!
Continua così…
Il futuro?!?
Il FUTURO!

Annunci