Tag

Sta arrivando l’autunno, il caldo asfissiante di quest’estate ormai agli sgoccioli sta lasciando il posto ad un clima mite, più fresco e piacevole ( e detto da me che amo il caldo è “tutto dire”!). Con l’autunno imminente torno a scrivere sul mio blog… nello specifico vi voglio raccontare di un profumo:”Mad Madame” di Juliette has a gun.
Il creatore di questa maison di profumi è Romano Ricci, nipote della famosissima Nina Ricci. Chi ama i profumi di nicchia conoscerà sicuramente le varie creazioni di questo marchio, in quanto si contraddistinguono per originalità e raffinatezza.
Il mio “colpo al cuore” è stato questo profumo, classificato come chiprè, e racchiuso in un flacone rosso confezionato in una scatola nera.
Una fragranza le cui note di testa sono caratterizzate dall’ossido di rosa (derivato dall’olio essenziale del fiore), ambroxan, ribes nero e fresia. Le note di cuore sono peonia, patchouli, assoluta di tuberosa, hedione (un mix tra gelsomino e magnolia), muschio di bosco e le note di fondo sono IMG_20150911_094752_resized (1)muschio bianco, balsamo del Tolu, assoluta di vaniglia, assoluta di castoreo e note animali.
Un profumo particolare che oserei definire “sfacciatamente severo”. Ho accostato apposta questi due termini, un ossimoro che ben descrive l’essenza di questo profumo.
La rosa è resa quasi “metallica”. Non si adagia dolcemente sulla pelle ma la graffia.
E’ un profumo che parte con una nota bon-ton, fiorita e diventa sensuale, senza essere “caldo”. E’ aggressivo ma non in maniera volgare.
E’ come una donna che ha conservato la sua parte adolescenziale e la mostra nei momenti più importanti della sua vita.
La fragranza su di me “lavora” molto bene anche in estate, soprattutto di sera quando il caldo si fa meno fastidioso, ma in generale io lo interpreto come un profumo autunnale. Adatto a queste giornate in cui il cielo perde l’azzurro dell’estate ed il vento soffia leggero a preannunciare mesi più freddi.
E’ un vestito di pizzo bianco con sopra una pelliccia. Degli stivali indossati senza calze. Il contrasto di una bocca truccata pesantemente su un viso appena incipriato.
E’ l’anima irriverente di una donna perennemente adolescente!

Annunci