Un sassolino scivola dalla mia tasca. Un piccolo tonfo fino a toccare l’asfalto.

Lascio un segno diafano. 

La pelle del viso contro il vento. Rosa di freddo. Le labbra senza parole.

Tanti passi uno dietro l’altro. Un ponte,  sospeso tra l’acqua e la mia paura, da attraversare velocemente.

Vita.

Lo sentì il mio respiro?!?

È quella nuvola un po’ grigia sopra la tua testa.

Se allunghi la mano lo puoi toccare. È lì,  appena un po’ più tiepido dell’aria del mattino.

Annunci