Petulante la voce risuona nel vuoto della stanza grande.

Tutti in fila fuori.

Piove.

Piove acqua. 

Piovono fiori. 

Fiori?!?

È un’eccezione, una deroga alla normalità. Oggi a Roma piovono fiori.

Nessun dolore.

Non più.

Lenta arriva Lei.

Nessuno la chiama per nome. Le lacrime sono truccate di gioia.

Ci sono tacchi da 12 cm. Vestiti di pizzo. Ombrellini trasparenti.

Un buon profumo d’incenso sacro.

È la vita, la vita, la vita…

Tre volte nel cuore e nella bocca.

Non un addio, ma tante mani da stringere nell’unico per sempre che ci è dato conoscere.

Piovono fiori sugli ombrelli trasparenti…

Annunci