Timida ragazza, dammi il polso! Un velo di brumosa dolcezza. Uno spruzzo appena accennato sulla linea del destino che congiunge il polso alla mano. Cerchio di vita quel sottile braccio che si muove graziosamente nell’aria.

È una rosa dolce, un po’ infantile che discreta ingaggia una lotta istintiva con lo zafferano. Prima soccombe e la spezia seduce con il suo calore, poi diventa maliziosa e riesce a sferrare il colpo assassino che la rende dominatrice assoluta. Solo in quel momento la fanciulla, irretita dalla dolce fragranza della rosa, conquisterà il cuore del suo amore.

Sul fondo, nelle ore che scivolano tiepide nella notte, danzano avvolgenti note di benzoino, Fava Tonka e muschio bianco.

Sarà un bacio che concluderà la serata e il profumo sui suoi  polsi si confonderà con quello umido della bocca dell’amato.