Bianco. Fuori dalla finestra non si vede altro.

Verde, spunta come macchie sui bordi degli alberi, a ricordare che la primavera arriverà.

Un tè sul comodino.

Un libro che non sono riuscita a leggere, perché anche respirare mi procura dolore.

”Bonjour, mon amour.”

Una mano tra i miei capelli. I tuoi occhi verdi nei miei.

Indossi una camicia chiara, un maglione verde scuro, dei pantaloni di velluto neri.

Il tuo sguardo.

Mi aggrappo alla dolcezza dei tuoi occhi.

Al tocco lieve delle tue carazze.

Lontano da casa. Lontano da uno stato accettabile di salute. Lontano da tutto.

Eppure, qualunque cosa accadrà, io so che questo è il posto giusto.

Tu.

Casa.