In una calda notte di qualche anno fa, in mezzo al nulla di una strada ad alta percorrenza nel sud della Francia, in uno squallido (e non l’ho usato come modo di dire) motel “petit dej”, ho desiderato, con tutta me stessa, di scappare nel pieno della notte verso Lione.

Ora Lione non è mai rientrata in cima alle mie priorità, pur essendo una bellissima città, dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco, ma in quel momento mi sembrava come il posto migliore dove rifugiarmi e trovare un hotel decente, dove riposare almeno per qualche ora.

Forse a Lione non ci andrò mai nella mia vita, oppure ci saranno altre occasioni come quella notte. Ma il punto è quanto tutto sia relativo. Anche i desideri…

E quella calda notte , in cui ho desiderato “fortissimamente” Lione, io non la dimenticherò mai! (E la Tav non c’entra, almeno stavolta!;) )