Ironico fantasma,

steso su fili invisibili,

un beffardo sole

di fine ottobre

lo asciuga presto

e carico di vergogna

sparisce dal timido cuore.